bg-leadgeneration.png

E-commerce

Vendere online, ma non solo

L’elemento differenziante è la strategia a monte dell’e-commerce, per avere chiarezza sugli obiettivi e sulle azioni da intraprendere. A una riflessione strategica iniziale segue un mix di strategia, tecnologia e marketing che coinvolge molti attori. Per questo la collaborazione fra loro deve essere impeccabile, come ingranaggi di un motore ben oliato.

A cos’altro serve un e-commerce? Strategie a confronto

 

tab-multichannel1

Estendere la possibilità di
vendita h24 e 7/7, oltre i classici
orari dei negozi fisici, per
intercettare un modo di fare
acquisti sempre più diffuso, che
registra un incremento a doppia
cifra ogni anno da un decennio.

tab-multichannel2

Svuotare magazzini ormai difficili
da eleminare e togliere queste
spesa dal bilancio tramite
temporary store o piattaforme dedicate.

tab-multichannel3

Avviare un’attività economica spendendo meno. Sebbene
tempo, budget e personale
dedicati vadano comunque considerati, il commercio online
offre un notevole risparmio
rispetto alla creazione di negozi
fisici o di una rete di
distribuzione
.

tab-multichannel4

Internazionalizzare un’attività esistente senza creare una rete
di distribuzione estera e con una facile gestione delle diverse
valute perché automatizzata
.

tab-multichannel5

Vendere dove non c’è rete distributiva così da presidiare
anche nicchie di mercato o aree geografiche altrimenti scoperte
.

tab-multichannel6

Testare nuovi prodotti o linee di prodotto, per decidere se farli
entrare in catalogo e proporli attraverso tutti i canali. È come condurre un’analisi di mercato
con risultati perfettamente
misurabili
.

Cosa valutare prima di aprire un e-commerce

Mai sottovalutare l’apertura di un e-commerce, in particolare alcuni aspetti.

Fra questi, la burocrazia iniziale e le normative da seguire, l’eventuale gestione di un bando pubblico per accedere a finanziamenti e sostenere gli investimenti, la logistica per la gestione della merce, degli invii, dei diritti di recesso, dei resi, la contabilità differenziata per mercati con norme amministrative e legali diverse, la sicurezza del sistema.

Per ognuno di questi classici aspetti spesso sottovalutati, Alea su richiesta dà il proprio supporto, diretto come nel caso della logistica oppure tramite consulenti di fiducia per le questioni burocratico-amministrative e relative alla sicurezza dei dati.

Il commercio elettronico porta spesso le aziende a dover cambiare i propri processi o a introdurne di nuovi, risulta quindi fondamentale condividere la strategia e-commerce con consulenti esperti nei vari ambiti aziendali su cui la vendita online impatta, al fine di ottenere una visione su come far interagire i vari attori, interni ed esterni a un’azienda, coinvolti nell’attività di commercio online. L’esperienza di Alea nel promuovere e spesso guidare il raccordo fra i fornitori, coinvolgendoli in un progetto strategico unitario e ben strutturato, conferma che per le aziende quella è la via migliore per affrontare le sfide dell’e-commerce e coglierne le opportunità. Questo è il motivo per cui Alea propone soluzioni di vendita online complete, che non si limitano alla realizzazione del sito e-commerce B2B o B2C ma affrontano tutti gli aspetti ad esso collegati, accompagnando le aziende nel mondo della vendita online.

ecommerce-full

Attività indispensabili per l’e-commerce

  1. Investire sulla UX, l’esperienza di navigazione, perché renda facile e intuitivo l’e-commerce
  • Impostare una infrastruttura
    tecnica affidabile e veloce
  1. Posizionare i prodotti con adeguati e costanti interventi SEO nelle ricerche effettuate dalle persone
    sui motori di ricerca
  1. Curare le descrizioni dei prodotti perché siano esaustive
    e in linea con le regole del 
    content copywriting
  1. Gestire l’e-commerce tramite
    attività di marketing e di customer care con strategie dedicate basate su promozioni, newsletter, 
    SEM per attrarre persone davvero interessate ai prodotti proposti, CRO per aumentare le vendite, monitoraggio del prezzo 
    di beni simili o uguali (pricing intelligence)
  1. Predisporre l’implementazione sin dall’inizio di un sistema di remarketing con procedure automatizzate per gestire situazioni come i carrelli abbandonati o fare proposte di up-selling
  • Monitorare i dati. Alea è orgogliosa di condividere con i propri clienti report Analytics e più ampi 
    per migliorare sempre le performance degli e-commerce,
    le attività da svolgere e anche
    le strategie più generali
   

Vuoi analizzare il tuo e-commerce con noi?

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA