#Ideas

    Temporary Export Manager: chi è, cosa fa e perché integrarlo in azienda

    28 maggio 2021 Internazionalizzazione Digitale

    Nei processi di internazionalizzazione delle imprese c’è una figura centrale, ed è quella del Temporary Export Manager, spesso abbreviato in TEM.

    Vediamo chi è, cosa fa, qual è il suo ruolo all’interno di un’azienda e chi può usufruirne.

    Chi è e cosa fa il Temporary Export Manager

    Il Temporary Export Manager, anche noto con l’acronimo TEM, è una figura individuale o una società iscritta ad un apposito elenco del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Si tratta di una figura in possesso di competenze digitali, il cui scopo è aiutare le imprese a migliorare le proprie attività di internazionalizzazione in essere o ad espandersi sui mercati esteri da zero.

    temporary export manager per l'internazionalizzazione digitale d'impresa

    Tra le attività di supporto all’internazionalizzazione a cura del TEM rientrano:

    • analisi e ricerche sui mercati esteri
    • individuazione e acquisizione di nuovi clienti
    • assistenza nella contrattualistica per l’internazionalizzazione
    • incremento della presenza nelle piattaforme di e-commerce
    • integrazione dei canali di marketing online
    • gestione evoluta dei flussi logistici


    Il TEM ha quindi doti commerciali, tecniche e relazionali, sa condurre analisi di mercato, delineare e implementare un piano d’azione strategico per lo sviluppo del business all’estero, lavorando se necessario in collaborazione con il marketing&sales interno delle aziende.

    Proprio per la natura temporanea del suo incarico, il TEM opera solitamente in outsourcing, cioè non viene assunto direttamente dall’azienda, ma rimane una figura esterna di appoggio. Una soluzione vantaggiosa che permette all’azienda di avvalersi di una figura di supporto senza dover sostenere i costi correlati ad una assunzione.

     

    Scopri le soluzioni Alea per l'internazionalizzazione digitale

     

    Ambiti di specializzazione del Temporary Export Manager

    Come riportato dall’articolo 7 del DM 18 agosto 2020 del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, per rientrare nell’elenco dei professionisti o società TEM bisogna essere in linea con determinati requisiti, tra i quali figura una significativa esperienza nelle seguenti sette aree:

     

    1. Progettazione e organizzazione della rete di distribuzione di prodotti e servizi in nuovi mercati esteri

    2. Assistenza alle imprese nella partecipazione a fiere internazionali in modalità virtuale e ad eventi in diretta su piattaforme streaming internazionali

    3. Implementazione di strumenti di logistica integrata per distribuzione e approvvigionamenti

    4. Analisi della concorrenza e valutazione delle iniziative volte a migliorare le performance di e-commerce

    5. Realizzazione di cataloghi digitali, negoziazione, promozione di prodotti sugli showroom digitali, coinvolgimento di possibili acquirenti internazionali e utilizzo di micro-influencer

    6. Predisposizione di accordi e sviluppo di rapporti con distributori ed agenti esteri, operatori stranieri del settore, provider di servizi di supply chain e di commercio digitale

    7. Trasferimento delle conoscenze, metodologie e tecniche di trasformazione digitale e adozione di metodi e strumenti di ecommerce coerenti con il settore di attività e la generale evoluzione digitale dello scenario competitivo internazionale

    A questi sette requisiti se ne aggiungono altri, tra i quali comprovate esperienze pregresse nell’internazionalizzazione d’impresa e il possesso di almeno due certificazioni sull’utilizzo di strumenti digitali di marketing, tra i quali rientra anche HubSpot, la piattaforma per l’Inbound Marketing

    Perchè appoggiarsi ad una società TEM per l’internazionalizzazione digitale

    Se consolidare le attività di export o ampliare il raggio d’azione ai mercati esteri è tra gli obiettivi di business, servono figure specializzate in possesso di adeguate competenze nelle diverse aree sopra citate per svolgere tutte le attività connesse ai processi di internazionalizzazione.

    Nel caso in cui queste competenze non siano presenti all’interno dell’azienda o siano ancora poco sviluppate, avvalersi del supporto di una società TEM può rappresentare il trampolino di lancio per concretizzare i piani di espansione sui mercati esteri.

    La scelta di affidarsi ad una società TEM strutturata piuttosto che ad un singolo professionista può rivelarsi vantaggiosa sotto diversi punti di vista:

     

    1. Varietà e specificità delle competenze

    Una società ha la possibilità di integrare un’ampia gamma di competenze digitali che difficilmente si possono trovare in un singolo professionista.

    Il digitale, per la varietà di canali, piattaforme e tecnologie coinvolte, è un mondo che richiede competenze specifiche in diversi ambiti: sviluppo web, SEO, attività di paid advertising e social media marketing, solo per citarne alcune. Ciascuno di questi ambiti comporta un insieme di competenze che richiedono tempo e risorse per essere apprese, assimilate e applicate con successo.

     

    2. Livello e frequenza di aggiornamento sulle novità di settore

    L’elevata frequenza di rilasci e aggiornamenti a livello di strumenti e software richiede di essere sempre al corrente delle nuove funzionalità, pressoché all’ordine del giorno.
    Garantire la soddisfazione del cliente passa dalla capacità di mantenere alti standard qualitativi nel servizio offerto, per questo società e agenzie devono effettuare un lavoro di ricerca e aggiornamento costante che difficilmente un singolo può affrontare, sia in termini di tempi e costi.

     

    3. Capacità di combinare soluzioni e competenze in modo efficace

    Ultimo ma non per importanza, la forza di un team strutturato ed esperto risiede non solo nell’elevato livello di specializzazione dei singoli, ma soprattutto nella capacità di mettere in relazione competenze e ambiti diversi tra loro per creare le sinergie più adatte per raggiungere gli obiettivi del cliente, identificando di volta in volta azioni e strumenti da implementare nella strategia.

    Scegliere di appoggiarsi ad una società Temporary Export Manager comporta quindi diversi vantaggi, tra cui:

    - potersi avvalere di un bagaglio di competenze multidisciplinari;
    - canalizzare meglio le attività, grazie all’esperienza pregressa;
    - evitare di perdere tempo in azioni poco strategiche e infruttuose;
    avere una struttura di supporto solida e sempre disponibile.


    La società TEM, come può essere una agenzia digitale con esperienza sui mercati esteri, mette a disposizione del cliente un ampio bagaglio di competenze che possono essere utilizzate in forma strategica in funzione degli obiettivi da raggiungere.

    Perché il digitale e i suoi strumenti sono utili all’internazionalizzazione solo in proporzione al valore e ai risultati che sono in grado di portare.

    Per questo ciascuna azienda che vuole aprirsi ai mercati esteri ha bisogno di una strategia di internazionalizzazione digitale su misura, concepita in funzione delle caratteristiche dell’azienda, del suo settore e delle logiche che lo governano.

     

    Cerchi un partner per l’internazionalizzazione digitale della tua azienda?  Scopri come possiamo aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di business

     

    Ti potrebbe interessare anche:

    Posizioni Aperte